Natura da scoprire

Il gusto della scoperta, un viaggio tra mare terra e cielo, lungo sentieri poco battuti dove l’olfatto si fa attento ad ogni profumo e la vista si placa nella bellezza sconfinata del paesaggio.

natura-da-scoprire

Natura da scoprire

Il gusto della scoperta, un viaggio tra mare terra e cielo, lungo sentieri poco battuti dove l’olfatto si fa attento ad ogni profumo e la vista si placa nella bellezza sconfinata del paesaggio.

IN BARCA TRA LE GROTTE

Una delle mete più belle e ricercate del Salento è sicuramente quella che vi porterà ad ammirare le numerose grotte marine carsiche lungo la costa che ospita Santa Maria di Leuca. Tra queste, sul versante di levante, che risale l’Adriatico, non perdetevi la Grotta della Vora o della Cattedrale, così alta e profonda da ricordare la parte interna di una cattedrale, con un grande foro circolare sulla volta che permette al sole di penetrare colorandone le pareti, e la Grotta del Laghetto, una delle più belle e suggestive. Per visitarla bisogna approdare e percorrere un sentiero a piedi raggiungendo un piccolo specchio di acqua, dolce e freddissima, che il mare ha scavato nella roccia. Sul versante di ponente merita una visita a nuoto o in barca, se il mare è calmo, la Grotta del Fiume, larga 20 metri e profonda 30, che vanta diverse sorgenti di acqua dolce.

Per la vostra escursione seguite il viaggio del sole: la costa di levante è molto più suggestiva illuminata dalla luce del mattino, mentre a ponente le grotte si giovano della luce del tramonto.

 

PARCHI: UN TESORO NATURALE

Quando la vostra vacanza di lusso in Puglia diventa “lussureggiante”.

Tra Otranto e Santa Maria di Leuca, a sud di Ugento e di Vivosa Apulia Resort, il Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase si estende per oltre 3.000 ettari. Re assoluto e incontrastato è il mare con la sua costa rocciosa tutta grotte e insenature. Tricase, invece, spezza con un paesaggio che diventa bosco.

Salendo verso nord, troviamo Il Parco naturale Litorale di Ugento, 808 ettari della riviera ugentina, all’interno del quale è ricompreso il nostro resort. Da Lido Marini a Torre San Giovanni è una distesa di sabbia declinata in dune basse e sinuose che evocano paesaggi lontani, finché, verso nord, all’altezza di Pazze, la costa cambia diventando bassa e rocciosa.

Sempre salendo verso nord, l’area boschiva a sud di Gallipoli è il Parco naturale regionale Isola di Sant’Andrea – Litorale di Punta Pizzo. Caratteristica di quest’isola, di soli 4,5 km di diametro, è quello di essere sotto il livello del mare, tanto che, durante la stagione invernale rimane coperta dall’acqua. A sud ovest, unica e solitaria presenza, un piccolo faro restaurato.

 

IL SENTIERO DEL CIOLO

“Bisogna tenere una ginnastica da scoiattoli per osservare i burroni profondi e tanto pittoreschi del Ciolo” (Cosimo De Giorgi)

La natura in Salento non si risparmia e per goderne al meglio, durante la vostra vacanza antistress a Vivosa Apulia Resort, vi proponiamo questo sentiero in bilico tra terra e mare con vista su paesaggi mozzafiato. Partendo da Gagliano del Capo, subito dopo la cappella dedicata alla Madonna di Leuca, ci si ritrova sul tratturo del Ciolo. Il percorso è definito da una staccionata in legno, sul lato esterno, che vi regala tutta l’emozione del brivido dell’altezza. Mare e cielo a perdita d’occhio, costoni di roccia erosi con forza dal vento, arbusti abbarbicati al terreno e distese di fiordalisi e campanule. Vento che sferza e placa il caldo trasportando odori e salsedine. Spesso è possibile vedere anche qualche pajara, monumenti di civiltà contadina realizzati con pietra a secco, che testimoniano il duro rapporto tra uomo e natura. Degno traguardo di questa passeggiata sospesi tra cielo e terra è la spiaggetta del Ciolo, un’insenatura con ponticello in pietra molto suggestivo.

 

TOUR TRA CANALI E BACINI D’ACQUA DOLCE

Siamo talmente consapevoli e grati della bellezza in cui è immerso Vivosa Apulia Resort da consigliarvi una passeggiata attorno al resort per scoprire i segreti di civiltà lontane che hanno vissuto in questo angolo di Salento e le caratteristiche della vegetazione che vi circonda. Il Parco Naturale Litorale di Ugento è uno scrigno di tesori naturalistici e storici, di luoghi incantati da visitare che è un peccato perdersi. Se amate le due ruote non rinunciate ad una passeggiata in bicicletta seguendo un itinerario naturale segnato dai tanti canali d’acqua dolce presenti in questa zona, un percorso che ha poco dislivello e si estende per circa otto km. Oppure approfittate per una visita ai bacini situati alle spalle dell’arenile, realizzati dagli anni ’30 per bonificare le paludi ugentine. Un mondo liquido costeggiato da canneti per un percorso di circa 7 km. Potrete così godere del silenzio e della possibilità di fare del birdwatching, per una vacanza in armonia con la natura e con sé stessi, in uno dei più bei resort del Salento.

VEDI ANCHE

Le bellezze
Le bellezze

Piccoli grandi gioielli del Salento, luoghi ricchi di storia, arte e cultura.

Itinerari del gusto
Itinerari del gusto

Conoscere la Puglia attraverso i suoi frutti: uva & vino, olive & olio, l’oro giallo del suo grano materie prime sapientemente lavorate fin dai tempi antichi, un viaggio nel tempo e nei sensi.

Storia e cultura
Storia e cultura

La magia della storia millenaria che ci circonda, il senso forte di appartenenza a questa civiltà, la Puglia e il suo Salento sono tutto questo.